cooky

I mobili su misura: cosa sono e come riconoscerli!


Arredi su misura

Da qualche tempo a questa parte si fa un gran parlare di mobili su misura, arredamenti personalizzati e soluzioni d'arredo al centimetro.

Le giovani coppie in procinto di metter su casa ne sanno qualcosa: venditori e campagne pubblicitarie enfatizzano a dismisura la possibilità di personalizzare gli arredamenti, con armadi al centimetro, cucine su misura, mobili ed arredi che (a dir loro) sarebbero totalmente plasmabili attorno alle proprie personali esigenze.Ma cosa significa davvero questo “su misura” e, soprattutto, come orientarsi nel variegato mondo dell’arredamento?


Innanzitutto è bene fare una precisazione: fare arredamento su misura vuol dire orientare totalmente la produzione di un determinato mobile o arredamento in funzione delle esigenze del cliente.

Tali esigenze possono essere di ordine dimensionale la tendenza al ridimensionamento degli spazi domestici che ultimamente si riscontra, rende più che mai attuale la necessità di ottimizzare gli ingombri dei mobili al fine di migliorarne la vivibilità.


Oppure la necessità di personalizzazione può derivare da ragioni di carattere funzionale: attitudini o abitudini nel modo di concepire la casa e lo starci dentro giocano in questo senso un ruolo predominante nell’assegnare un peso ad una determinata suddivisione interna di un armadio o, chessò, ad un determinato sistema di apertura di un battente.

O ancora, si può decidere di arredare su misura la propria casa per ragioni squisitamente estetiche: del resto, il design contemporaneo ci mostra continuamente l’importanza dei particolari, la cui cura passa inevitabilmente per l’armonizzazione degli elementi architettonici (ovviamente intesi come linee, ma anche come cromie) con quelli degli arredi e dei mobili.

Se le cose stanno così è chiaro che il termine su misura, può essere utilizzato soltanto per i prodotti di falegnameria.

Laddove una azienda realizza un catalogo che decide cosa è in produzione e cosa non lo è, inevitabilmente decide di non offrire arredamento su misura: componibile semmai, nel caso in cui produca moduli di dimensioni differenti combinabili tra loro, che comunque è tutt’altra cosa che realizzare mobili su misura!


2 commenti:

Adriano ha detto...

Salve,

pratico la professione di falegname da oltre vent'anni e mi fa molto piacere trovare riassunto in questo articolo in maniera chiara e precisa i principi che quotidianamente ispirano il mio lavoro. In questa pagina http://www.artlegnofaenza.it/mobili-su-misura/ del sito della mia falegnameria ho cercato anch'io di raccontare cos'è e cosa non è un mobile su misura.

piccoloprincipe ha detto...

complimenti per l'articolo. sintetico, chiaro e molto esplicativo.
Davvero utile per fare chiarezza sull'argomento: piccole realtà artigianali come la nostra, tutti i giorni devono confrontarsi con la grande distribuzione, che parla di su misura, e per accontentare i clienti aumenta i propri circa del 40%, ma molte volte non sanno nemmeno cosa vuol dire lavorare con il su misura. Grazie davvero per questa puntualizzazione.

Consigli e news per Arredare casa: gli articoli più letti!

Cerca in arredare casa...

I migliori blog per arredare casa!

Arredamento moderno: articoli recenti...